Parco Sigurtà

Parco Sigurtà e Borghetto sul Mincio: fotoracconto di una giornata di primavera

Voglia di primavera? Volete staccare dal lavoro, stare in mezzo alla natura, fare un pic-nic sull’erba e addormentarvi al sole?

Noi sabato siamo stati al Parco Giardino Sigurtà a Valeggio sul Mincio (VR) e questo luogo è perfetto per passare una giornata in completo relax.

Parco Sigurtà

Il parco (info, orari e prezzi qui) è aperto da marzo a novembre ma questo è sicuramente il periodo dell’anno più atteso: ad aprile infatti si assiste alla fioritura di oltre un milione di tulipani che colorano di mille tonalità ogni angolo del giardino.

Parco Sigurtà

Parco Sigurtà

Parco Sigurtà

Parco Sigurtà

La storia del parco così come lo conosciamo oggi, inizia attorno al 1940 quando il Dottor Giuseppe Carlo Sigurtà, imprenditore farmaceutico milanese, si recò a Valeggio per comprare un calesse. In questa occasione gli venne proposto l’acquisto di Villa Maffei e del relativo parco di 22 ettari, così, d’impulso, acquistò il grande terreno.

Villa Sigurtà

L’amore per questo parco si esprime da subito in grandi opere di riqualificazione e manutenzione. Grazie ad una multa di 15 lire il Dottor Sigurtà scoprì di avere l’antico diritto, risalente al 1699 e dimenticato dai predecessori, di prelevare l’acqua dal Mincio per l’irrigazione. La collina arida tornò così a splendere dei suoi prati verdissimi e di vegetazione lussureggiante e permise alla famiglia di ampliare la proprietà dai 22 ettari agli attuali 60.

Parco Sigurtà

Parco Sigurtà

Parco Sigurtà

Dal 1978 il giardino è aperto al pubblico e la fama della sua bellezza cresce sempre più, attirando non solo visitatori italiani ma turisti proveniente da tutta Europa.

Nel 1983 Carlo Sigurtà muore ma i suoi discendenti continuano la sua opera di cura e arricchimento del parco fino a che, nel 2013, il giardino vince il premio di “Parco più Bello d’Italia” e nel 2015 viene premiato dall’European Garden Award come secondo “Parco più Bello d’Europa”.

Parco Sigurtà

All’interno del parco oggi sono presenti una fattoria didattica, 18 laghetti che ospitano diverse varietà di piante acquatiche, ninfee e fior di loto, un orto botanico ricco di piante officinali e un viale costeggiato da 30.000 rose che incorniciano la visuale sul Castello Scaligero poco distante.

Parco Sigurtà

Parco Sigurtà

Parco Sigurtà

Tra le essenze più significative ricordiamo una grande quercia di 400 anni e una collezione di oltre 40.000 bossi.

Una delle “attrazioni” più apprezzate del parco è il labirinto che si estende su una superficie di 2500 mq ed è formato da 1500 cespugli di tasso perfettamente potati.

Parco Sigurtà

Labirinto Parco Sigurtà

La zona del parco più suggestiva è sicuramente l’Eremo: una scalinata in mezzo al bosco permette di raggiungere questa piccola architettura che si innalza sulla sommità della collinetta.

Qui la precisione e l’ordine delle aiuole lasciano spazio ad un tappeto di tulipani, narcisi e fiori spontanei che profumano l’aria e trasformano questa distesa verde in una angolo incantato.

Parco Sigurtà

Parco Sigurtà

Questa esplosione di colori risuona come un vero e proprio inno alla primavera e alla vita così come le parole del poeta Samuel Ullman, incise sulla cosiddetta “Pietra della Giovinezza” posta all’interno del parco.

 GIOVINEZZA DI SPIRITO E DI CUORE

La giovinezza non è un periodo della vita,
è uno stato d’animo
che consiste in una certa forma della volontà,
in una disposizione dell’immaginazione,
in una forza emotiva;
nel prevalere dell’audacia sulla timidezza
e della sete dell’avventura sull’amore per le comodità.
Non si invecchia
per il semplice fatto di aver vissuto un certo numero d’anni,
ma solo quando si abbandona il proprio ideale.
Se gli anni tracciano i loro solchi sul corpo,
la rinuncia all’entusiasmo li traccia sull’anima.
La noia, il dubbio, la mancanza di sicurezza,

il timore e la sfiducia sono lunghi anni  
che fanno chinare il capo e conducono lo spirito alla morte.
Essere giovane significa conservare a sessanta o settanta anni
l’amore del meraviglioso,
lo stupore per le cose sfavillanti e per i pensieri luminosi;
la sfida intrepida lanciata agli avvenimenti,
il desiderio insaziabile del fanciullo per tutto ciò che è nuovo,
il senso del lato piacevole e lieto dell’esistenza.
Resterete giovani finché il vostro cuore saprà ricevere
i messaggi di bellezza, di audacia, di coraggio,
di grandezza e di forza che vi giungono dalla terra,
da un uomo o dall’infinito.
Quando tutte le fibre del vostro cuore saranno spezzate
e su di esso si saranno accumulati
le nevi del pessimismo e il ghiaccio del cinismo,
è solo allora che diverrete vecchi
e possa Iddio aver pietà della vostra anima.
              

Parco Sigurtà

I 60 ettari del parco sono visitabili sia a piedi che con biciclette e golf cart noleggiabili sul luogo. E’ possibile entrare anche con la propria bici, in alternativi shuttle elettrici e un trenino vi accompagneranno nei luoghi principali del giardino.

Consigli di bordo

A pochissimi chilometri dal Parco Sigurtà si trova il piccolo nucleo di Borghetto sul Mincio che vale sicuramente una sosta. 

Borghetto sul Mincio

I mulini, le ruote arrugginite che solcano l’acqua, i fiori alle finestre, i localini ricavati nei vecchi edifici sul fiume lo rendono così suggestivo da farlo includere nella lista de “I borghi più belli d’Italia”.

Borghetto sul Mincio

Borghetto sul Mincio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...