Skaručna

Capodanno improvvisato in Slovenia: quattro giorni fra Lubiana e il Lago di Bled

30 dicembre 2016, ore 17.00. Ancora nessun programma per la serata di Capodanno. Iniziamo a guardarci intorno e navigando sul web troviamo, subito oltre il confine italiano, Lubianala città che potrebbe diventare il giusto compromesso per la nostre esigenze: prezzi per i pernottamenti ancora accessibili ed una nuova città tutta da scoprire.

Prepariamo al volo una piccola valigia ed il pomeriggio seguente stiamo già macinando i chilometri che in 4 ore e mezza ci porteranno da Modena alla capitale slovena.

Arriviamo all’albergo intorno alle 19.00 e dopo aver accettato l’invito a cenare con il padrone di casa e la sua famiglia ci ritroviamo, non sappiamo ancora bene come e con tanto di grembiule allacciato, a tritare cipolle, cucinare straccetti di vitello e mescolare caldarroste seguendo le indicazioni italo/anglo/slovene del nostro albergatore-chef.

Dopo aver assaggiato tutte le pietanze del ricco buffet a base di specialità tipiche e aver improvvisato questo surreale corso di cucina usciamo di fretta per cercare di raggiungere in tempo la piazza centrale e fare un brindisi tra la folla per festeggiare l’inizio del nuovo anno.

Inizia così questa stramba avventura e dopo aver passato qualche giorno fra la capitale e i sui dintorni possiamo darvi qualche consiglio su cosa fare e cosa vedere qui in inverno: non fatevi intimorire dalle temperature e partite per questa splendida città perchè sono tante le attrazioni che vi conquisteranno anche sottozero.


1 _ Capodanno in piazza

Piazza Prešeren in questo periodo è davvero un gioiellino: le luminarie rimarcano i profili dei palazzi e degli alberi affacciati sulla Ljubljanica (il fiume che attraversa la città) e un grande abete brilla di miliardi di lucine che scaldando tutta la piazza.

Diverse baracchine vendono birra, vin brulè e bevande bollenti per ingannare il freddo in attesa dello spettacolo pirotecnico che allo scoccare della mezzanotte illuminerà il cielo e la sagoma del castello medievale arroccato sulla collina.

capodanno lubiana

Piazza Prešeren

Altri eventi animano un po’ tutta la capitale: concerti e spettacoli (per lo più in Piazza del Congresso), locali con musica, birrerie, discotecheclub ristoranti riusciranno a soddisfare tutte le esigenze di giovani e meno giovani.

capodanno lubiana

Il centro abbastanza contenuto rende semplici gli spostamenti a piedi e per noi è stato una piacevole scoperta in termini di pulizia, ordine e sicurezza.


2 _ Visita al Castello (Ljubljana Grad)

Il Castello di Lubiana è sicuramente una delle maggiori attrazioni della città. Arroccato sul colle, è raggiungibile in auto, a piedi o con la panoramica funicolare. Se la giornata è bella consigliamo di andare a piedi o con la funicolare per godersi la bellissima veduta dall’alto sui tetti rossi della città, anche se la visuale più bella si ha sicuramente dall’alto della torre.

Castello di Lubiana

vista dalla torre castello lubiana

I locali del castello e la torre sono visitabili pagando il biglietto di ingresso (info, orari e costi qui), ma l’ingresso alla corte, che ospita un caffè, una trattoria ed un ristorante, è gratuito. Nel periodo natalizio nel piazzale vengono allestiti un presepe e alcune baracchine di prodotti tipici.

castello di lubiana


3 _  Passeggiata per le vie del centro e lungo la Ljubljanica

Anche di giorno Lubiana si presenta come una città attrezzata, moderna e a misura d’uomo, molto più di quanto ci si aspetterebbe. Una particolare attenzione per la vita sociale, la sostenibilità ambientale e il verde pubblico le hanno valso la nomina di “Capitale verde d’Europa 2016”.

lubiana

Questa ventata di avanguardia e rivoluzione verde si percepisce da numerosi piccoli particolari che abbiamo notato nei giorni trascorsi qui: diverse auto elettriche e punti attrezzati per la ricarica delle stesse, una pulizia impeccabile, edifici nuovi con grandi vetrate e ben coibentati anche in periferia ed una percezione di serenità generalizzata che ci rendono un po’ invidiosi dei traguardi raggiunti da questo paese, così vicino ma (purtroppo) così distante dalla situazione attuale di molte città italiane.

Ljubljanaponte dei draghi lubiana

Passeggiare nel piccolo centro cittadino è davvero rilassante e l’offerta turistica spazia da tours in barca sulla Ljubljanica, mercatini di Natale, a simboli della città quali il Triplo Ponte (in sloveno Tromostovje), il Ponte dei Draghi (Zmajski most), la Chiesa Francescana dell’Annunciazione (Frančiškanska Cerkev) con il suo bellissimo presepe, la Cattedrale di San Nicola (Stolnica svetega Nikolaja) e ad altri palazzi storici sparsi per la città.

mercatini Lubiana

Centri commerciali, negozi e ristoranti completano l’offerta di quella che sembra essere una capitale “bomboniera”: piccola e piacevolmente inaspettata.

lubiana


4 _ Sorseggiare qualcosa di caldo lungo la Ljubljanica; le pasticcerie, i ristoranti

Lungo il fiume che attraversa la capitale ci sono numerosissimi localini attrezzati con tavolini e divanetti che verso sera risplendono di mille lucine. I più attrezzati sono arredati con funghi riscaldanti e sedute ricoperte di morbide pellicce e coperte con cui avvolgersi per riparasi dal freddo. Praticamente ad ogni angolo troverete baracchine con vin brulè, the e cioccolate bollenti da passeggio.

Lubiana

Lubiana

Per quanto riguarda i ristoranti consigliamo di prenotare sempre con un po’ di anticipo e ricordarsi che l’orario di cena sia leggermente anticipato rispetto al nostro, probabilmente data la stagione e le basse temperature.


5 _ L’imperdibile Metelkova

Questo è sicuramente il quartiere più singolare della città. La vecchia caserma venne occupata negli anni ’90 da artisti e musicisti che ne impedirono la demolizione creando nei suoi locali atelier, laboratori e club musicali.

Metelkova Lubiana

metelkova

Noi abbiamo trovato un quartiere desolato, probabilmente a causa dei giorni di festa ma è comunque piacevole addentrarsi in questo sobborgo che ha l’aspetto di un centro culturale e di sperimentazione artistica all’aperto.

Tutte le pareti degli edifici sono state trasformate in qualcosa di eclettico e unico utilizzando diverse tecniche: graffiti, pitture, mosaici, ecc…, mentre sculture, installazioni aliene e decorazioni realizzate per lo più con materiali di recupero colorano gli spazi esterni.

Metelkova

Metelkova

Per gli amanti della street art e della fotografia il Metelkova è assolutamente da inserire fra i luoghi da vedere in città. Davvero pazzesco!


6 _ Qualche idea in caso di pioggia

Le proposte per passare qualche ora al chiuso non mancano: segnaliamo il MUSM, il museo di arte contemporanea che sorge proprio a fianco del Metelkova ed il simpatico Museo delle Illusioni, le visite al birrificio Union o attività alternative come le divertentissime Escape Room.

Nel periodo invernale viene allestita anche una vera e propria esposizione di sculture di ghiaccio presso il grandissimo centro commerciale BTC, poco distante dalla capitale. Ricordiamo che nel periodo invernale e sopratutto durante le festività queste attrazioni siano chiuse o aperte con orario ridotto.

sculture di ghiaccio lubiana
Foto presa dal sito www.visitljubljana.com

Un classico immancabile e perfetto per la stagione è sicuramente quello di regalarsi una giornata alle terme. Ce ne sono diverse in tutto il paese e non dovrete fare altro che scegliere quelle che vi ispirano di più. Noi ci siamo fatti coccolare da idromassaggi e vasche bollenti delle Terme di Snovik mentre dalle vetrate il panorama ci proponeva un velo di neve e diversi gradi sottozero.


7 _ Il lago di Bled

Tappa obbligatoria per chi viene in Slovenia è il famoso Lago di Bled che si trova ad una cinquantina di minuti dalla capitale. L’isolotto centrale su cui sorge la piccola chiesetta, il castello arroccato sul colle e la corona di monti sullo sfondo vi faranno innamorare di questo paesaggio da cartolina che si trasforma in uno scenario incantato con la neve. Durante gli inverni particolarmente rigidi il lago si trasforma in una gigantesca lastra di ghiaccio su cui poter pattinare o camminare raggiungendo l’isolotto, diversamente accessibile solamente in barca.

lago di bled

bled


8 _ Le Grotte di San Canziano (Škocjan Jame)

Meno famose e conosciute delle vicine Grotte di Postumia ci hanno davvero stupito per la loro bellezza. Il complesso è stato formato dalla millenaria erosione della roccia calcarea causata dallo scorrimento del fiume Reka nel sottosuolo. All’interno delle grotte c’è una temperatura costante di 12° e il percorso di visita si estende per circa 3 km salendo e scendendo per 500 scalini.

Škocjan Caves
Foto presa da web

L’ambiente più sbalorditivo è sicuramente quello della Grotta del Rumore, un’enorme canyon sotterraneo alto un centinaio di metri che si attraversa grazie ad un ponte sospeso a 45 m di altezza.


Enjoy Slovenia, winter is coming!

Per informazioni sull’utilizzo della vignetta necessaria per le autostrade slovene, il kit di sicurezza obbligatorio da tenere in auto, il rifornimento self-service della auto a gpl e altre esperienze clicca qui!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...